Palestra e Fitness: 10 miti da sfatare.

Mito 1. Si bruciano più grassi con allenamenti lunghi ed a bassa intensità.

Uno dei principi fondamentali relativi alla perdita di grasso ed al mantenimento del peso forma risiede non nella tipologia di esercizio ma nel dispendio energetico impiegato e dal numero di calorie bruciate durante l’attività. Quanto velocemente cammini, salti o corri ad esempio, o quante calorie utilizzi ogni minuto di attività. L’esercizio ad alta intensità è molto impegnativo e difficile da sostenere nel caso venisse praticato da principianti o da chi ritorna all’attività fisica dopo periodi di inattività. Pertanto, a questi livelli, sarebbe meglio non abusarne e limitarsi a sedute brevi. E’ più sicuro e più pratico iniziare allenamenti a bassa intensità on l’obiettivo, gradualmente di aumentare l’intensità.

Mito 2. Se non ti alleni duramente e spesso, l’esercizio fisico è una perdita di tempo.

Questa forma di pensiero allontana molti potenziali praticanti dalle palestre o da un programma di allenamento. La ricerca scientifica ha dimostrato che pochi esercizi, praticati correttamente, eliminano quasi totalmente i danni legati all’inattività. Ad esempio, camminare regolarmente, o addirittura fare giardinaggio un’ora a settimana, contribuisce a ridurre drasticamente il rischio di malattie cardiache.

Mito 3. Yoga è un esercizio solo per donne e o persone delicate!

Yoga è una forma di allenamento eccellente. Alcuni stili sono estremamente impegnativi e rigorosi, tanto da richiedere, per una corretta esecuzione pratica dell’esercizio, una buona forma fisica e mentale. Come accade in altre metodologie di allenamento, anche per la pratica corretta e sicura dello Yoga è necessario farsi affiancare da un istruttore qualificato.

Mito 4. Se ti alleni a lungo ed abbastanza duramente, raggiungerai sempre l’obiettivo prefissato.

In realtà, la genetica gioca un ruolo fondamentale sulle risposte del nostro corpo all’allenamento. Studi hanno dimostrato l’ampia variazione di risposte al medesimo programma di allenamento da parte dei partecipanti. Lo sviluppo della forza, velocità o resistenza non è sempre proporzionato all’impegno che mettiamo nella pratica degli esercizi. Potrebbero esistere limiti che, il nostro corpo, pur essendo sottoposto ad allenamenti durissimi, non riuscirà mai a superare.

Mito 5. L’allenamento è l’unica strada sicura per perdere peso.

La perdita o l’aumento del peso dipende da molteplici fattori: tra cui alimentazione e genetica. Se si sottopongono 100 individui allo stesso programma di allenamento, il peso individuale perso non sarà mai identico. Non è raro, in palestra, imbattersi in persone molto attive ma in sovrappeso. Comunque, anche se il solo esercizio fisico non può garantire il raggiungimento del nostro peso ideale, l’attività fisica svolta regolarmente è uno dei fattori più importanti per raggiungere, nel lungo termine, un buon stato di forma ed il mantenimento del peso ideale.

Mito 6. Se vuoi perdere peso e non aumentarlo, evita i programmi di “forza”.

La maggior parte dei Personal Trainer qualificati, riconosce unanimaente che il peso forma perfetto si raggiunge con una equilibrata “mescolanza” di esercizi cardiovascolari e programmi di forza. Questi ultimi, infatti, aiutano a mantenere la massa muscolare tonica e a ridurre la percentuale di grasso corporeo. Spesso si cade nell’errore di confondere la riduzione della massa grassa con la perdita di peso. Qualora il peso aumentasse, ma in favore di una bella muscolatura (sostituita alla massa grassa), perdere peso interesserebbe ancora così tanto?

Mito 7. Il fitness in acqua è raccomandato a persone anziane o a chi necessita di riabilitazione.

Recenti studi hanno dimostrato come i programmi di fitness aquatico rappresentino un allenamento molto utile per il miglioramento delle performance aerobiche e per un sano dimagrimento. Atleti e sportivi di successo, integrano il proprio allenamento sulla “terra ferma” con attività di questo tipo.

Mito 8. I benefici alla salute ed alla forma fisica di attività “Body-Mind” come il Tai Chi e lo Yoga sono dubbi.

Al contrario, la ricerca scientifica ha dimostrato come il Tai chi, ad esempio, rappresenta un valido aiuto nel trattare lombalgie e fibromialgie. Non solo, tali attività migliorano la flessibilità, l’equilibrio, la coordinazione, la postura, la forza e la gestione dello stress.

Mito 9. I benefici del Fitness non si estendono anche alle persone in sovrappeso.

Studi dimostrano che le persone obese che partecipano regolarmente ad attività in palestra, riducono esponenzialmente i rischi di tutte le cause di mortalità legate alla sedentarietà. Uomini e donne di tutte le “taglie”, attraverso il fitness, possono migliorare il proprio stato di benessere con un modesto incremento della propria attività fisica.

Mito 10. Allenarsi a casa fa bene. Ma andare in palestra è l’unico modo per raggiungere una buona forma fisica.

Il web è popolato da tantissimi programmi di allenamento praticabili in casa e con attrezzature “minimal”. La presenza di un personal trainer rende l’obiettivo più semplice da raggiungere ma il miglior allenamento che si possa fare è quello più pratico e a cui si partecipa con piacere e costanza. Se non si vuole frequentare un centro fitness preferendo le comode mura domestiche perchè non farlo. Ciò che conta è allenarsi sempre in sicurezza e seguendo dei protocolli di esercizio professionali e corretti.

 

Dott. Marco Visconti, Diplomato Isef, Personal Trainer, Responsabile Tecnico centri fitness
Palestra e Fitness: 10 miti da sfatare. ultima modifica: 2016-09-22T08:31:51+00:00 da admin