Pilates Reformer, esercizi e vantaggi: perché piace tanto?

Pilates Reformer, esercizi e vantaggi: perché piace tanto?

Pilates reformer: Come funziona e perché piace tanto?

Più che una tipologia di Pilates, il Reformer è il macchinario di supporto al pilates dinamico: un dispositivo flessibile e benefico, che fornisce un sostegno valido per diversi esercizi di fitness. Questa attrezzatura del Pilates sfrutta la resistenza di alcune molle posizionate e la forza gravità, per il potenziamento dei muscoli ma, soprattutto, per l’aumento dell’armonia posturale e della duttilità articolare.

Conoscere il Pilates Reformer e saperlo utilizzare, sono le basi per un lavoro di training che sviluppa stabilità, forza, equilibrio ma anche flessibilità e allineamento del corpo. La coordinazione dei movimenti nel Reformer, si unisce agli esercizi core in un lavoro intenso, da effettuarsi su questo attrezzo per il training simile ad un lettino.

Pilates dinamico e reformer: vantaggi del soft training

Per chi pratica allenamenti ad alta intensità, è bene alternarli con qualche lezione di Pilates che si concentrino sulla postura e l’elasticità della muscolatura. L’allungamento muscolare che promette l’esercizio tramite il Pilates Reformer è fondamentale per limitare possibili traumi, aumentare la tonicità dei muscoli e coordinare respirazione con il movimento.

In questo campo, il Pilates dinamico si pone come una disciplina essenzialmente centrata sui muscoli posturali, in grado di migliorare la posizione del corpo, quindi, ma anche l’equilibrio e la tonificazione. Coinvolge tutta la muscolatura per favorire l’allungamento, tramite questa attrezzatura specifica per il Pilates denominata Reformer.

Simile ad un lettino, si compone di due parti, una fissa e una mobile, che vanno a scorrere su un unico binario, collegandosi con delle molle sganciabili e riagganciabili, a seconda del livello di intensità degli esercizi di Pilates Reformer. Ogni molla presenta un diverso colore, per focalizzare in modo semplice le varie possibilità di allenamento.

Inoltre, sono presenti due staffe per gli arti superiori e inferiori, che rendono possibile un movimento in grado di far scorrere la parte mobile. Ogni esercizio con il Reformer può essere più o meno intenso, a seconda delle molle e del proprio peso.

Pilates Reformer esercizi col training

Tra le prime posizioni di base, ci si sdraia sul Reformer supini, posizionando i piedi nella parte fissa inferiore e la parte del busto nella sezione mobile dell’attrezzo.

Il Reformer si sposta in base alla forza esercitata, anche secondo il numero e il tipo di molle agganciate. Per questo, un buon istruttore di Pilates Reformer deve essere in grado di indicare subito all’allenato quale esercizio sia adatto, in base al peso corporeo e alle tipologie di molle su cui lavorare.

Questo macchinario può essere utilizzato in modo versatile, con modalità differenziate e numerosi esercizi dedicati a varie parti della muscolatura, sempre in grado di supportare esercizi che vanno dallo stretching all’affondo oppure lo squat, il training per le braccia e le spalle, la tonificazione dei glutei o l’equilibrio.

Anche diversi esercizi cardio possono essere effettuati con l’utilizzo del Reformer e, in questo caso, è sempre ottimale valutare il proprio stato di allenamento e seguire le indicazioni del trainer.

Le staffe e le molle si prestano a varie possibilità di impiego. Per questo riscuote un grande successo presso tutti gli sportivi e gli appassionati di fitness: da chi vuole allenarsi per la spaccata fino a chi lo usa per la flessibilità della schiena, il Pilates Reformer garantisce un ottimo allenamento e dei risultati duraturi. Il tutto con un esercizio soft, aumentabile di intensità a seconda delle esigenze.

Esercizi Reformer per la Powerhouse

  1. Posizionati sul Pilates Reformer piegandoti in ginocchio e formando un angolo a 90 gradi con le gambe, che vanno tenute in tensione. Abbassa e alza le braccia, seguendo gli elastici e lavorando sulla Powerhouse, la fascia dei muscoli comprendente addome, glutei e zona lombare.
  2. Rinforza i muscoli addominali stendendo le gambe e le braccia tramite gli elastici: inspira abbassando le gambe ed espira portando le gambe in alto; allenta l’elasticità delle braccia in questa seconda fase e concentra l’energia per contrarre la zona Powerhouse.
  3. Busto disteso, braccia in alto e ginocchia piegate a 90 gradi verso il petto. Gli elastici si alzano e si abbassano insieme alle braccia, facendo leva sui muscoli addominali bassi.
  4. Prova un esercizio Reformer per i muscoli delle gambe, che rafforza comunque gli addominali. Distenditi in modo supino con le spalle basse e le braccia parallele al corpo. Le gambe si muovono a forbice, allargandosi e chiudendosi con movimenti lenti e metodici.

Le attrezzature da combinare al Reformer

Le varie configurazioni del Pilates Reformer consentono di svolgere l’allenamento non solo tramite il macchinario, ma anche in combo con diversi attrezzi come i manubri, il kettlebell, il box, il cerchio e i bastoni.

Strumenti che aiutano la fase di stretching del Pilates Reformer, come nel caso del cerchio, oppure altri come il sitting box con cui si possono tonificare gli addominali.

Quest’ultimo in particolare, è un attrezzo da combinare al Reformer per migliorare la qualità degli esercizi, posizionandosi sul carrello per consentire esercizi Reformer da seduti e da chinati in avanti, esercizi per l’allungamento e altre posizioni strategiche per il training.

In alcuni modelli di Reformer è presente la footbar che scorre da un lato all’altro in 4 posizioni, così come la pedana salti per gli esercizi cardio, i supporti per chi soffre di problemi alla nuca e alla spalla.

Il Pilates Reformer per il training in palestra

Il personal trainer e il macchinario li trovi entrambi presso i centri sportivi: non è certo possibile utilizzare il Pilates Reformer in casa, dato che si tratta di un attrezzatura complessa, costosa e che necessita di una costante indicazione di training per migliorare la propria forma fisica.

L’istruttore o istruttrice, che ha frequentato il corso di Pilates Reformer Trainer, è competente non solo negli esercizi e nelle modalità di svolgimento, ma saprà indirizzarti sulle serie da effettuare e sulle necessità di allenamento che solo un occhio esperto può cogliere.

Inoltre, gli aspetti di sicurezza della macchina, vanno seguiti anche questi da personale esperto, in grado di indirizzare l’utilizzo del Pilates Reformer al meglio.

 

 

Pilates Reformer, esercizi e vantaggi: perché piace tanto? ultima modifica: 2017-03-06T14:23:47+00:00 da lucatravaglini