Lavorare nel fitness, come si fa?

Lavorare nel fitness, come si fa?

Oltre 9 milioni di persone praticano il fitness e si avvalgono dei servizi del settore wellness, ovvero il settore del benessere. Non tutti andranno in palestra alla stessa ora, si potrebbe dire scherzosamente, ma di certo si tratta di un movimento di energie e di lavoro di grande importanza.

Quello sportivo è un campo professionale che invita molti giovani a coltivare l’ambizione di lavorare nel fitness, all’interno di palestre, centri sportivi, scuole di danza e altre strutture collegate ad un mercato in espansione.

Parallelamente alla crescita delle richieste di corsi e lezioni, sono sempre più ricercati i profili professionali di alto livello. Chi vuole lavorare nel fitness, è bene saperlo, deve scegliere quale attività può essere quella giusta per indirizzare energie e talento, risorse economiche e obiettivi di lavoro.

La scelta è ampia, dato che si spazia dai corsi per insegnanti di Pilates ai Personal Trainer, a quelli per i classici istruttori di Body Building, Functional Training o di Acquagym, fino agli innovativi istruttori di Aeropilates, e così via per molte specializzazioni.

Scegli la tua professione, già dalla formazione fitness

L’evoluzione tra le figure professionali che lavorano in questo campo, ha visto passare la formazione da un generico studio tecnico di “educazione fisica”, fino alle figure sempre più specializzate, come i tecnici dell’allenamento funzionale o della ginnastica posturale.

Tra le diverse possibilità in campo per chi sceglie di lavorare nel fitness, ci sono corsi pensati per mirare a delle competenze specifiche come quelle dell’allenamento al femminile o della terza età, ad esempio.

La figura dell’istruttore di fitness svolge il suo lavoro presso palestre, piscine o centri sportivi spesso in modo diversificato, nel senso che la formazione fitness ideale è quella che comprende degli studi specialistici ma di base può essere versatile al bisogno, per esercitare anche l’attività di personal trainer o istruttore di sala presso i centri fitness.

Requisiti e competenze richieste per lavorare nel fitness

Un trainer deve essere in grado di apprendere e trasmettere la conoscenza delle tecniche riferite alle proprie discipline di competenza. La predisposizione fisica alle attività sportive non basta, se non si è in grado di insegnare e motivare i tuoi allievi. Gli elementi di anatomia, fisiologia, biomeccanica ed ergonomia umana sono la base degli studi dei corsi di formazione fitness, ma anche le tecniche di insegnamento hanno un pari valore.

Sono necessarie delle doti di comunicazione, pazienza e disponibilità, dato che un istruttore di fitness dovrà mostrare movimenti e posture, spiegandoli con chiarezza e in modo semplice, per consentire a tutti di accedere alle informazioni e ripetere l’esercizio.

Lavorare nel fitness, ad oggi, significa soprattutto seguire gli allievi nella corretta esecuzione dei movimenti legati al training proposto, e predisporre programmi mirati alla cura del benessere fisico – fondamentale è la conoscenza di macchinari e attrezzature per l’esecuzione degli esercizi, nella singole attività fisiche di competenza.

Non da meno, è importante la questione della motivazione sportiva, per cui lavorare nel fitness significa anche essere in grado di valutare i risultati fisici raggiunti dagli allievi, ma anche di motivarli al meglio in vista di nuovi risultati o tentativi di raggiungere gli obiettivi fisici prefissati dall’allenamento.

Come diventare istruttore di fitness

Pur essendo una libera professione non regolamentata a livello nazionale, l’istruttore di fitness è un profilo professionale soggetto a leggi regionali che richiedono un diploma o attestato per l’esercizio presso palestre, centri sportivi, e altre strutture dove esistono possibilità di lavorare nel fitness.

I corsi di istruttore fitness riconosciuti dal CONI consentono di acquisire in modo semplice e rapido tutte le conoscenze relative alle scienze motorie e alla metodologia di insegnamento. I corsi di formazione prevedono studi teorici e attività sportive, con una verifica finale.

Scegliendo questi corsi formativi, si può partire sia dai corsi di base per istruttore di fitness, sia dai corsi di specializzazione per chi non è digiuno di attività sportiva. In ogni caso è consigliabile seguire dei corsi di aggiornamento periodicamente, per mantenere ad alti livelli la propria professionalità – inoltre, per alcune discipline i corsi di aggiornamento sono ormai periodici e obbligatori, secondo le indicazioni del CONI.

Tra i corsi più diffusi nella formazione fitness:

corso istruttore Acquagym e Hydrobike

corso istruttore Pilates Matwork

corso istruttore allenamento al femminile

corso istruttore fitness terza età

corso istruttore Allenamento Funzionale

corso istruttore Ginnastica Posturale

corso istruttore Body Building

corso Personal Trainer.

Corsi di formazione fitness specialistici

Sono molto richiesti anche i corsi di perfezionamento dopo il diploma di istruttore fitness e istruttore Body Building, come i corsi di ipertrofia e i corsi per la programmazione allenamenti. Grazie a tali specializzazioni, la formazione fitness assume dei contorni più mirati ad una figura professionale perfezionata, soprattutto per i trainer che desiderano allenare al meglio chi vuole aumentare la propria massa muscolare, modellare il corpo tramite tonificazione e dimagrimento mirati.

Si tratta di un training con modalità dibattute da decenni, anche per le questioni relative alla salute: per questo è importante per gli allievi dei punti di riferimento, trainer preparati nel settore, specializzati per un allenamento dedicato e personalizzato.

Nel settore Pilates, diversi sono gli attrezzi che l’istruttore utilizza nel training quotidiano, e per questo motivo le tante varianti hanno dato vita anche a corsi specializzati per istruttore di Pilates Reformer oppure sul Kettlebell, e corsi di Suspension Training – una tendenza di perfezionamento Pilates sempre più richiesta.

Un discorso a parte riguarda i corsi da preparatore atletico, spesso sono richiesti quelli per il calcio, che necessitano di una formazione a parte; se a volte rientra nel settore formazione fitness, di regola è considerata una formazione sportiva specifica, però, e viene effettuata da scuole che rilasciano un diploma nazionale di preparatore atletico per il calcio riconosciuto dal CONI.

Lavorare nel fitness, come si fa? ultima modifica: 2018-10-17T11:54:21+00:00 da Luca Travaglini

Autore: Luca Travaglini

Personal Trainer, fondatore e Ceo di Fitnessway, azienda leader nella formazione nel settore fitness, offre corsi per personal trainer a Milano, Roma e molte altre città italiane. Fondatore di Accademia Italiana Massaggi.
Laurea a pieni voti in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna. Titolare di Fitness Club, articolista e redattore in materia Fitness & Wellness, consulente di gestione per centri fitness.