Prevenzione dell’osteoporosi con il pilates

Prevenzione dell’osteoporosi con il pilates

L’osteoporosi è una malattia delle ossa che causa debolezza, fragilità e facilità di frattura delle stesse. E’ definita una patologia silenziosa perchè priva di sintomi fino ad avvenimento di frattura o diminuzione importante dell’altezza di un individuo. Diversamente a ciò che spesso si sente dire, non è la conseguenza normale dell’invecchiamento e colpisce principalmente le donne ( 1 su 4  ) e gli uomini ( 1 su 8) oltre i 50 anni. La patologia colpisce soprattutto la parte porosa dell’osso ed è determinata dalla genetica, dall’alimentazione, dal sesso e dalla razza. L’incidenza maggiore è negli USA.
Quando si contrae questa malattia avvengono importanti cambiamenti nelle ossa e le fratture più comuni colpiscono la cv (50%) , il femore, il polso.

Tuttavia si classificano tre tipi di osteoporosi;

  1. Primaria di tipo 1 data da un cambiamento ormonale.
  2. Primaria di tipo 2 avviene oltre i 70 anni per notevole riduzione di vitamina D.
  3. Secondaria che avviene a qualsiasi età ed è legata a ipotirodismo, cambiamenti ormonali in giovane età, diabete, farmaci, fumo problemi renali, epatici, artite reumatoide, malattie polmonari, immobilizzazioni, anoressia.

Nella Primaria di tipo 1 il danno avviene nella parte porosa dell’osso, in quella di 2 nella Corteccia e nella tipologia secondaria il danno è su entrambe le parte ossee.

Come mantenere le ossa sane?

  1. l’allenamento regolare, con utilizzo di pesi aiuta a stimolare la densità ossea.
  2. L’alimentazione bilanciata e i minerali.

 

Pilates e osteoporosi

Il consiglio è di lavorare in catena cinetica chiusa con adeguamento del carico ad alta frequenza è importante stimolare la produzione di cellule costruttrici, osteoblasti utilizzando carichi dinamici e non statici.
Allenarsi più volte alla settimana anche solo 20/30 minuti, l’attività continuativa ada ottimi risultati mentre quella discontinua è controproducente e crea lo svuotamento dell’osso anche repentino.Importanissimi i muscoli estensori della cv e rafforzamento dello psoas per aumentare la massa ossea lombare.

Da evitare le flessioni del busto che caricano il corpo vertebrale di oltre il 53%.Da quanto detto si evince che la flessione e l’inattività hanno lo stesso effetto negativo sulle ossa e che sono da consigliare gli esercizi in stazione eretta e a carico dinamico. In una lezione di Pilates dovranno essere privilegiati gli esercizi per gli Stabilizzatori locali in posizione neutra, per gli estensori della colonna e per l’equilibrio e la propriocettività.

Prevenzione dell’osteoporosi con il pilates ultima modifica: 2016-09-21T15:56:15+00:00 da Luca Travaglini

Autore: Luca Travaglini

Personal Trainer, fondatore e Ceo di Fitnessway, azienda leader nella formazione nel settore fitness, offre corsi per personal trainer a Milano, Roma e molte altre città italiane. Fondatore di Accademia Italiana Massaggi.
Laurea a pieni voti in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna. Titolare di Fitness Club, articolista e redattore in materia Fitness & Wellness, consulente di gestione per centri fitness.