Come essere riconosciuti dal CONI e perché è necessario

Come essere riconosciuti dal CONI e perché è necessario

Le nuove norme per regolare il settore del fitness sono entrate in vigore già dallo scorso anno, e hanno coinvolto sia le società sportive sia gli operatori che lavorano in quest’ambito. Come?
Il nuovo registro CONI (definitivo dal 1 gennaio 2019) rappresenta uno strumento per raccogliere le realtà del settore soggette al riconoscimento CONI ma, oltre alle società sportive, la normativa implica una regolamentazione anche per chi lavora nei centri sportivi.

Per i trainer già avviati e gli aspiranti istruttori sportivi, come quelli che seguono un corso per personal trainer, per esercitare la propria professione è necessario essere in possesso di diplomi e attestati in conformità con la normativa.

Trainer e istruttori soggetti al riconoscimento CONI

Chi opera ogni giorno all’interno delle strutture sportive, secondo queste nuove leggi, dovrà essere in regola dal punto di vista degli attestati e diplomi professionali i quali regolano l’attività svolta.

Un istruttore di Body Building, ad esempio, dovrà essere munito di un diploma che attesti la sua competenza in materia, rilasciato da un Ente di Promozione Sportiva (EPS) riconosciuto dal CONI stesso; in alternativa, emesso da una Federazione Sportiva Nazionale (FSN).

Solo le associazioni riconosciute dal CONI sono, quindi, abilitate a rilasciare gli attestati e i diplomi professionali del settore sportivo che rendono l’istruttore/trainer valido per poter lavorare nel settore sportivo.

Ai fini del riconoscimento da parte del CONI, il diploma dovrà essere associato ad un tesserino tecnico personale sempre rilasciato dall’Ente di Promozione Sportiva oppure dalla Federazione Sportiva Nazionale. Il tesserino è pensato per settori tecnico-sportivi, ed è soggetto a scadenza con obbligo di rinnovo per chi vuole lavorare come istruttore o trainer sportivo.

La validità del tesserino tecnico, inoltre, è legata anche alla formazione: seguendo le indicazioni per il riconoscimento CONI e il mantenimento della sua regolarità, è necessario partecipare a dei corsi di aggiornamento, stage o seminari previsti anche dalla normativa sulle professioni non organizzate, le cosiddette libere professioni regolamentate dalla legge 4/2013.

Chi dispone di tali attestati e tesserini non conformi al regolamento, dovrà eventualmente convertirli in Diplomi Nazionali Riconosciuti. Una regola, in definitiva, che tende ad uniformare un settore lavorativo finora abbastanza “caotico”.

Oltre ai liberi professionisti, ricordiamo che il Registro del CONI rappresenta lo strumento anche per confermare il riconoscimento ai fini sportivi di associazioni e società sportive dilettantistiche attive sul territorio. Un elenco di associazioni riconosciute dal CONI, che sarà inserito nel catalogo da trasmettere al Ministero delle Finanze e all’Agenzia delle Entrate.

Diplomi e riconoscimenti CONI

È fondamentale avere un attestato riconosciuto CONI per poter lavorare nel mondo del fitness o sportivo, dato che la normativa dispone che le attività svolte presso palestre e strutture sportive, devono essere seguite con la presenza di un istruttore qualificato, con riconoscimento CONI, specifico per ogni disciplina.

I corsi di formazione tecnica sportiva validi ai fini lavorativi, in definitiva, ora quali sono?

Quelli proposti dalle associazioni o scuole che garantiscono un percorso di studio e pratica validato dal CONI, tramite gli EPS o le FSN.

Lo schema del riconoscimento è: CONI > Ente di Promozione Sportiva / Federazione Sportiva Nazionale > Attestato specialistico di formazione sportiva.

Riassumendo, il riconoscimento CONI dell’attestato avviene automaticamente se a rilasciarlo è stato un ente abilitato a fornire la formazione tecnica sportiva.

Oltre ai diplomi validi rilasciati da enti e federazioni riconosciute dal CONI, sono validi i diplomi di laurea ottenuti presso le Facoltà di Scienze Motorie sul territorio italiano.

I criteri CONI per valutare gli operatori del fitness

Come abbiamo accennato il CONI stabilisce dei criteri da seguire per strutturare i corsi di formazione, al fine di garantire una formazione di alta qualità.

Si tratta di criteri di affidabilità a livello di programmi didattici, strutture della sede, modalità di esame per ottenere l’attestato valido ai fini professionali. Oltre a questo ambito di selezione e controllo, comunque i corsi di formazione devono seguire il sistema di qualifiche del quadro di riferimento SnaQ, italiano ed europeo, che crea dei criteri comuni nella formazione dei tecnici sportivi.

Il CONI, al vertice della validazione dei corsi di formazione nell’ambito sportivo e del fitness, effettua la definizione dei corsi basandosi sulle indicazioni del Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici Sportivi (S.Na.Q), predisposto dalla Scuola dello Sport del CONI.

Il mercato degli operatori sportivi è sempre più ampio, in particolare in Italia istruttori e tecnici sportivi sono in aumento, per questo si sono create delle categorie professionali sempre più definite, per chi vuole lavorare nel settore fitness.

I corsi riconosciuti CONI adottano il quadro di riferimento SnaQ anche per la certificazione dei diplomi, individuando le competenze nel settore come per i corsi / diplomi da personal trainer, istruttore di Pilates, istruttore di body building, etc.

Ad ogni professione, il suo diploma. E il suo corso: i programmi di formazione sono pensati con diversi livelli di qualificazione e per creare figure professionali con funzioni differenziate tra loro.

La formazione Fitnessway riconosciuta CONI

I nostri percorsi di formazione per trainer e istruttori sono costituiti da corsi CONI riconosciuti dall’ASI, un ente formativo a sua volta riconosciuto dal CONI che a sua volta seleziona e rende validi i corsi Fitnessway.

Questa procedura di approvazione garantisce ai nostri corsisti che la scuola di formazione sia conforme alle normative relative all’insegnamento delle discipline sportive, seguite da CONI, ASI e da Fitnessway.

I nostri percorsi didattici, approvati con il riconoscimento CONI – ASI, sono corsi di formazione validi per acquisire il diploma riconosciuto di tecnico sportivo.

Trattiamo diverse discipline sportive e del fitness, dai corsi per Personal Trainer a quelli per Preparatore Atletico, istruttore di Fitness Musicale, di Pilates Matwork o di Fitness Funzionale, oppure per i trainer dedicati al Body Building.

La formazione riconosciuta CONI – ASI rappresenta una garanzia per chi cerca un centro di alta competenza; Fitnessway adotta programmi e procedure valide per il rilascio degli attestati per operatori fitness, puntando sempre sulla massima qualità dell’insegnamento.

La formazione sportiva si svolge ogni settimana contemporaneamente in diverse città italiane come Roma, Milano, Torino, Genova, Verona, Bologna, Napoli, Palermo, Firenze, Cagliari, Bari.

Al di là dei corsi base per avviarsi alla professione di tecnico sportivo, sono presenti anche diversi corsi di perfezionamento fitness, aderenti agli alti livelli di formazione ASI: eccellenza nella promozione del fitness, livello dopo livello.

Come essere riconosciuti dal CONI e perché è necessario ultima modifica: 2019-04-03T12:43:51+00:00 da Aurelie Crivella

Autore: Aurelie Crivella

Laurea in Psicologia con Lode presso l’Università di Padova. Master 1 dell’Università di Toulouse le Mirail. Responsabile dell’amministrazione e della comunicazione interna ed esterna di Fitnessway, leader nella formazione fittness che offre corsi per personal trainer a Roma, Milano e molte altre città italiane.