Allenamento in gravidanza

L’attività fisica durante la gravidanza fa male?

Assolutamente falso. Fare attività fisica durante la gravidanza è veramente importante. È stato dimostrato, infatti, che essa sia estremamente salutare durante la maternità, nonostante ancora oggi siano in tanti ad avere forti pregiudizi pensando che ogni sforzo debba essere bandito.Tale mancanza di informazione spinge le donne abituate a fare attività sportiva a sospenderla nel momento in cui si accorgono della gravidanza, e quelle più pigre a continuare a non praticare alcuna attività.

Inoltre, è stato sempre dimostrato che l’inattività sia più pericolosa dell’attività fisica. Basta praticare attività fisica per 30 minuti al giorno per: aumentare i livelli di energia fisica; diminuire l’ansia; avere un controllo maggiore del peso corporeo; diminuire le probabilità di avere un parto cesareo; ridurre il rischio di parto prematuro; ridurre i dolori lombo-sacrali; prevenire il diabete e ipertensione; stabilizzare l’umore.

Bisogna ricordare inoltre che i muscoli più tonici aiutano ad affrontare meglio il parto, sia per la maggiore forza sia perché la soglia di dolore nelle persone allenate è maggiore. Inoltre, ancora più importante, una futura mamma che pratica attività fisica durante la gravidanza tornerà in forma molto più velocemente e sarà meno soggetta a depressione.

Quale attività sportive evitare?

Ci sono sicuramente attività da evitare, come le immersioni subacquee, equitazione, o qualsiasi sport di contatto che potrebbe causare traumi all’addome.

Assolutamente da sfatare invece il mito della dannosità dell’esercizio sulla schiena. L’esecuzione di esercizi sulla schiena per un breve periodo (come ad esempio una serie di mosse di Pilates) non procura alcun tipo di danno.

Quando smettere l’allenamento?

Ovviamente è raccomandabile informare sempre il medico circa l’allenamento. Detto questo, se può sorgere qualche problema durante la gravidanza, l’esercizio fisico non ne è la causa, ma può farlo emergere e in alcuni casi peggiorare la situazione.

Smettere di fare esercizio e consultare il medico se si avverte:

  • Sanguinamento vaginale
  • Crampi addominali
  • Nausea eccessiva
  • Sensazione di testa vuota
  • Mal di testa forte

Raccomandabile inoltre farsi seguire da un personal trainer, in grado di impostare programmi di allenamento adeguati alle varie fasi della gravidanza.

Buon allenamento e buona gravidanza!

Allenamento in gravidanza ultima modifica: 2016-09-22T09:53:13+00:00 da Aurelie Crivella

Autore: Aurelie Crivella

Laurea in Psicologia con Lode presso l’Università di Padova. Master 1 dell’Università di Toulouse le Mirail. Responsabile dell’amministrazione e della comunicazione interna ed esterna di Fitnessway, leader nella formazione fittness che offre corsi per personal trainer a Roma, Milano e molte altre città italiane.